betfair bonus benvenuto
Eurobet bonus benvenuto
Snai bonus benvenuto
Sisal bonus di benvenuto
Premier League ai blocchi di partenza: chi vince?

Premier League ai blocchi di partenza: chi vince?

11 Agosto

- 20:45 Arsenal Leicester; 

12 Agosto.

- 13:30 Watford Liverpool;

- 16:00 Chelsea Burnley - Crystal Palace Huddersfield - Everton Stoke City - Southampton Swansea - West Brom Bournemouth;

- 18:30 Brighton Manchester City;

13 Agosto

- 14:30 Newcastle Utd Tottenham

- 17:00 Manchester United West Ham

E' questa la griglia di partenza della prima giornata del campionato più ricco al mondo: la Premier League. Neanche l'affare stratosferico Neymar, andato al PSG, ha scalfito il primato della ricchezza del campionato inglese, anche per questa sessione di calciomercato protagonista. Romelu Lukaku al Manchester United e Alvaro Morata al Chelsea hanno sfiorato i 100mln, ma non trascuriamo la faraonica campagna acquisti di Guardiola e il suo City: spesi 230 mln per un portiere, tre terzini e un fantasista. Sarà il tempo a distribuire torto e ragione. Come sarà il tempo a designare chi sarà il successore del Chelsea di Conte sul gradino più alto dell'imminente Premier.

Intanto la Community Shield ha già fatto da apripista. In campo si sono sfidati l'Arsenal del sempiterno Wenger, contro i blues del Chelesea. Il match non ha tradito le attese, concludendosi per 1-1, grazie ai gol di Moses e del neo acquisto dei Gunners Kolasinac. Ai rigori sarà poi l'Arsenal a trionfare, vedendo fallire dagli 11 metri sia Morata che, addirittura, Courtois, inspiegabilmente 2° rigorista. Conte ha precisato che il portiere belga era uno dei rigoristi: allora dico che stanno messi davvero male se uno dei rigoristi calcia come si calcia nei rinvi, col corpo all'indietro.

Proprio al Chelsea sembra mancare qualcosa: d'altronde Conte non sta nascondendo il suo malumore. Morata  ancora troppo timido e Batshuayi continua ad essere evanescente nelle occasioni che contano. E in tutto questo non si capisce perchè uno come Diego Costa non debba rimanere: chiaro l'acredine con il mister. A centrocampo si sono mostrato altri limiti che il solo e immenso Kantè non puo' rattoppare. Matic ha salutato, sarà vitale capire prima del 31 agosto se Bakayoko, preso dal Monaco, basterà. Il Chelsea inoltre insiste per Candreva, ma il sogno resta Bale.

Lo stesso sogno che ha Mourinho. Il gallese sarebbe la ciliegina della sua campagna acquisti. Oltre al già citato Lukaku, è arrivato Lindelof e Matic. Ma sarà il Manchester che, ingiustamente a mio avviso, ha salutato Ibrahimovic, e soprattutto sarà lo United senza Rooney. L'eterno Wayne non è più eterno: è tornato all'Everton. Nel team di Mourinho non c'è posto per le vecchie glorie, quant'è lontano l'esempio di Totti. Ma d'altronde sono scelte da rispettare. 

Come Wenger non sembra rispettare la voglia di Alexis Sanchez di cambiare aria, che non vuole sprecare un altro anno come lo scorso anno, passato a predicare nel deserto. Però quest'anno ha un partner di rispetto come Lacazette, e nella Community Shield, l'Arsenal è apparso abbastanza tonico. Sarà interessante vedere se questa squadra terrà o sarà la solita squadra di Wenger.

Invece a mio modo di vedere, quest'anno il Liverpool di Klopp potrebbe essere la vera sorpresa. Ammesso tengano Coutinho e riescano a prendere Keita dal Lipsia, i Reds apparirebbero davvero ostici da affrontare. L'acquisto di Salah ha inevitabilmente alzato l'asticella. Un'ottimo precampionato fatto pure dal Tottenham, che al netto di acquisti e cessioni ha visto solo partire Walker e Bentaleb, non proprio roba da strapparsi i capelli, soprattutto per il terzino, per cui sono stati incassati la folle cifra di 51 mln. Il vero acquisto è aver mantenuto Kane, Alli e Eriksen.

Poi c'è il solito lotto di squadre di media classifica: chissà chi farà l'exploit quest'anno fra le varie West Ham, Southampton, Leicester City, Crystal Palace, Stoke City, Watford. Magari nessuna di queste,magari qualcuno deluderà. Occhio anche alle underdog come Newcastle, sempre capitanato da Benitez,  Swansea, Bournemouth, West Bromwich e Burnley. E benvenute in Premier League, oltre al Newcastle, alle cenerentole di quest'anno, Huddersfield e Brighton. Ma occhio a sottovalutarle: questo campionato è il più bello perchè è il più imprevedibile. Leicester docet, e sarà una lezione che varrà per sempre.

Ritratto di andreatorrisi.at

...

Commenti

Ritratto di ENZO
New

CHELSEA

Aggiungi un commento