Entra a far parte del team di nostradamusbet.it
Calciomercato: Le pagelle di tutte le squadre di Serie A

Calciomercato: Le pagelle di tutte le squadre di Serie A

CALCIOMERCATO: Tutti i voti delle squadre di serie A, a cura del team di Nostradamusbet.it

 

Il Calciomercato si è appena concluso, ed è già tempo di dare i primi voti alle 20 squadre di serie A. In questi ultimi anni, c'è stata una tendenza volta verso la valorizzazione delle rose, attraverso acquisti più o meno mirati, infatti squadre che negli anni scorsi avrebbero rincorso il migliore offerente per i propri gioielli, oggi rifiutano, e rinforzano la rosa.

Sarà l'effetto Ronaldo?

Non sappiamo se sia stato l'effetto Ronaldo, ma dall'arrivo del portoghese in Italia, tutti sembrano nuovamente ben disposti ad acquistare. Certo spendere non significa per forza spendere bene, però analizzando l'operato squadra per squadra si evince che quasi tutte le rose impegnate in serie A si sono rinforzate. Ci aspetta un gran bel torneo, competitivo come non lo si vedeva da anni.

 

Ma andiamo nel dettaglio squadra per squadra.

 

Atalanta - Voto 7

Eccetto Mancini, ceduto alla Roma e sostituito, prima con Skrtel e poi con Kjaer, i bergamaschi hanno tenuto tutti i big, inserendo nell'organico di mister Gasperini, nomi come: Muriel e Malinovskyi.

Gli orobici vogliono onorare al meglio l'impegno Champions, e visto il sorteggio, sognare il passaggio del turno non è reato.

 

Bologna - Voto 6

Aver tenuto Orsolini è un segnale forte della società. Purtroppo la fine del prestito di Lyanco e la cessione di Pulgar alla Fiorentina (pagando la clausola rescissoria) leva due punti fermi alla squadra di Mihajlovic. Gli acquisti di Medel e Tomiyasu sembrano molto positivi. Ci sarà da lottare per salvarsi, ma il Bologna ha tutte le carte in regola per rimanere in Serie A.

 

Brescia - Voto 7.5

Che Cellino non sia uno che ami passare inosservato, questo è risaputo, che prenda il Brescia lo porti in A, ed invece di puntellare la squadra magari rinunciando a qualche giocatore Top, acquista: Balotelli, Romulo, Matri, Magnani e Joronen, non è da tutti i giorni. Il Brescia dopo essersi  conquistato la Serie A, farà di tutto per difenderla, questo è certo.

 

Cagliari - Voto 8.5

Parlare di Europa è sicuramente azzardato, a meno di miracoli calcistici, ma questo Cagliari può e deve guardare da centro classifica in su. La cessione di Barella era inevitabile, ma gli acquisti di Nainggolan, Rog, Nandez e Simeone, più la riconferma di Pavoletti (ora infortunato) che ha avuto molte richieste, sono un chiaro segnale da parte di Giulini, che vuole fare sul serio. I tifosi del Cagliari sono avvisati, ed i presupposti ci sono tutti per sperare in una grande annata, l'annata del centenario.

 

Fiorentina - Voto 8

I più scettici (tra cui anche noi) non credevano che alla fine Commisso sarebbe riuscito a trattenere Chiesa. Si pensava alle classiche frasi di rito : "Terremo Chiesa", "Chiesa non si muove" per poi vederlo firmare per  la prima che mette 70 milioni sul piatto. Commisso è stato di parola, sia sul tenere Chiesa, che sul voler rilanciare la Fiorentina. Lirola, Ribery, Boateng, Badelj, Pedro e Dalbert su tutti, daranno la possibilità a Vincenzo Montella di lavorare su una squadra, si giovane (i viola sono la squadra con l'età media più bassa della serie A, 23.6 anni), ma ben strutturata, e pronta a tentare l'assalto all'Europa.

 

Genoa - Voto 6.5

A vedere Preziosi  che compra invece di vendere, vien da darsi un pizzicotto per capire se si sta sognando. Ma è tutto vero. Il Genoa dopo anni da porto di mare, sfornando talenti per i grandi club, ha deciso di rinforzare la squadra, puntando ad acquisti mirati, e di grande spessore. Schone dall'Ajax è sicuramente l'acquisto più ad effetto, ma Zapata e Saponara, oltre a Pinamonti, vanno a rinforzare una squadra con una buona ossatura. Il pareggio 3-3 in casa della Roma e la vittoria contro la Fiorentina sono più che due ottimi indizi. Siamo sicuri che in questa stagione i liguri riusciranno a togliersi tante soddisfazioni.

 

Inter - Voto 9

Il dieci non si da mai, ed è giusto così, non esiste un mercato "perfetto", però l'Inter sicuramente si ci è avvicinata tanto. L'acquisto di Conte aveva fatto capire che ci sarebbe stata una rivoluzione, ma era difficile pensare che fosse così netta e chiara. Via Nainggolan, Perisic e Icardi (non senza problemi), per ripulire lo spogliatoio, e dentro Lukaku, Sanchez, Sensi, Godin, Barella e Biraghi. Conte si permette il lusso di rispolverare anche Candreva che alla prima uscita lo ringrazia con una fucilata dalla distanza. Vincere uno scudetto non è mai facile, ma Juventus e Napoli, sono avvisate, L'Inter ha una rosa per affrontare campionato e Champions da protagonista.

 

Juventus - Voto 7

Valutare la Juventus non è facile, se da un lato c'è stata una campagna acquisti di grandissimo livello, dall'altro lato non ci sono state abbastanza cessioni.  Ceduti Spinazzola, Kean e Cancelo, sono arrivati fra i tanti, Higuain, Ramsey, Rabiot, Buffon, Demiral, De Ligt e Danilo, portando la rosa della Juve a contare 27 elementi (Mandzukic ed Emre Can sono stati esclusi dalla lista Champions), ad avere la rosa più vecchia di tutta la serie A con 29.7 anni, ed avere un monte ingaggi spaventoso ( 150 milioni di Euro solo la prima squadre senza bonus). Che la Juventus sia ancora la più forte ci sono pochi dubbi, ma che una buona valutazione del mercato passa sia dagli acquisti che dalle cessioni è un dato di fatto.

 

Lazio - Voto 6.5

Tenere tutti, ma proprio tutti, Milinkovic Savic incluso non era per niente facile, ma Lotito ci è riuscito. La squadra che lo scorso anno ha vinto la Coppa Italia è stata riconfermata in toto ed in più si è aggiunta una pedina molto preziosa, di nome Lazzari, che sulla destra saprà ben figurare. La squadra di Inzaghi si candida di diritto per la lotta alla Champions, senza scordarsi che c'è un Europa League da giocare.

 

Lecce - Voto 5.5

La prima insufficienza tocca al Lecce, ma non per demeriti sul mercato, ma bensì perché le altre hanno comprato meglio. La riconferma della squadra che ha conquistato la A e gli innesti di Babacar, Lapadula, Imbula, Farias e Rispoli, fanno pensare ad una squadra allestita per cercare di evitare il ritorno alla cadetteria, almeno non senza combattere.

 

Milan - Voto 6

Giudicare il mercato del Milan non è cosa semplice, da un lato va valutato il cambio allenatore, mentre dall'altro va valutata la rosa che gli è stata messa a disposizione. Il Milan ha scelto Giampaolo, che semplicemente gioca da con il 4-3-1-2 o varianti molto simili a questo schema, e gli è stata data una squadra con tanti esterni e nessuna doppia punta. Tanti degli uomini che dovrà schierare durante la stagione volente o nolente saranno fuori ruolo. La nota lieta per i rossoneri arriva dalle cessioni, infatti grazie a queste il Milan si è alleggerito di alcuni esuberi (Montolivo, Bertolacci, Mauri). Il mercato in entrata ha visto nomi importanti ed ottime scommesse, ma il non essere riusciti a prendere una seconda punta di ruolo, e non essere riusciti a sfoltire il reparto degli esterni offensivi è un errore grave. Nonostante la società si muova verso la giusta direzione, questo mercato lascia il Milan con ancora più dubbi rispetto alla scorsa stagione. Il salto di qualità che i tifosi si aspettavano non c'è stato, almeno sulla carta.

 

Napoli - Voto 7.5

Migliorare una squadra top non è mai facile, sopratutto se non sei il Real Madrid o il Barcellona, che possono permettersi di spendere e spandere. Il Napoli sempre con l'oculatezza che contraddistingue la gestione di De Laurentis, ha scelto bene sul mercato, accontentando a pieno il proprio allenatore.

Gli arrivi di Lozano (acquisto più costoso della storia del Napoli), Manolas, Di Lorenzo,  Llorente e Elmas fanno si che il divario fra gli uomini di Ancelotti e quelli di Sarri si sia ridotto. Ovviamente il Napoli punterà sia allo scudetto, che ad andare il più avanti possibile in Champions league, senza dimenticare anche la Coppa Italia. Ancelotti ha le qualità per portare questo gruppo lontano e far sognare il popolo di Napoli.

 

Parma - Voto 7

Cessioni di secondo grado ed acquisti di primo, così si può sintetizzare il mercato del Parma. La squadra di mister D'Aversa ha fatto un buon salto di qualità rispetto alla scorsa stagione, puntellando al meglio quelle posizioni non solide della squadra. L'acquisto di Hernani che ha stupito in questo inizio di campionato, l'arrivo di  Matteo Darmian (svincolatosi dal Manchester United) ed il riscatto di Inglese,  possono dare un idea di come si siano mossi i parmensi. La salvezza non dovrebbe essere un problema, provare a stare nei primi 10 sembra il giusto obiettivo per questa rosa.

 

Roma - Voto 6.5

Aver tenuto in organico gente come Dzeko e Zaniolo che sembravano lontani dalla capitale non è cosa da poco, ma la partenza di Manolas ha levato sicuramente certezze alla difesa, e la cessione (inevitabile) di El Shaarawy (miglior realizzatore dello scorso campionato) aggiunta alla partenza di un uomo come De Rossi, tolgono ulteriori equilibri. E' vero che i giallorossi hanno impostato un mercato molto importante in entrata, sostituendo Olsen con un più sicuro Pau Lopez che fino ad ora sta ripagato ampiamente la fiducia. Gli innesti di esperienza internazionale di Smalling e Mkhitaryan gioveranno sicuramente a tutto il gruppo, oltre ai vari Spinazzola, Zappacosta, Diawara, Veretout, Mancini e Kalinic, che dovranno aiutare la squadra in questo progetto di crescita per provare a centrare subito la qualificazione alla prossima Champions League, senza scordarsi che c'è un Europa League da onorare, e con questo organico è giusto puntare alla vittoria finale.

 

Sampdoria - Voto 5

Il momento non è dei più stabili dal punto di vista societario, e questo si rispecchia anche nel mercato fatto.

Prendere un buon allenatore come Di Francesco e poi diminuire la qualità della squadra non è forse la mossa che si aspettavano i tifosi. Se la campagna cessioni è stata molto positiva, quella in entrata è stata scadente, facendo registrare solo alla fine un colpo degno di nota, Rigoni arrivato dallo Zenit. Di Francesco  avrà tanto da lavorare per garantire una salvezza comoda ai doriani, che sicuramente meritano di più.

 

Sassuolo - Voto 5.5

Dover vendere giocatori del calibro di Sensi, Demiral, Lirola e Boateng non è certo un bene se punti di anno in anno a migliorare la rosa, però la società neroverde ha cercato di sostituire al meglio i suoi prezzi pregiati andati altrove. Traorè più che una scommessa sa di una puntata vinta in partenza, conoscendo le qualità del ragazzo, Chiriches può dare solidità, infine Obiang finalmente tornato in Italia potrà dare sicuramente spessore al centrocampo. De Zerbi a meno di miracoli dovrebbe raggiungere una salvezza tranquilla.

 

Spal - Voto 5

Le cessioni di Lazzari e Bonifazi si faranno sentire sicuramente, anche alla luce che i sostituti non sembrano all'altezza dei predecessori. La rosa rispetto alla scorsa stagione sembra indebolita. Le due sconfitte in campionato nelle prime due giornate sembrano suonare come un campanello d'allarme. Semplici dovrà fare un lavoro egregio con il gruppo che ha a disposizione per puntare alla salvezza, non sarà facile. Chissà che a Gennaio non arrivi qualche regalo dalla presidenza.

 

Torino - Voto 6.5

Cairo è stato chiaro sin dal suo arrivo: "creiamo una situazione finanziaria stabile e poi cresceremo". Eh si, il Torino cresce anno dopo anno. Sono stati acquistati solo 2 giocatori, Laxalt ed il grande colpo Verdi, oltre ai rientri di Bonifazi e Lyanco dai rispettivi prestiti, e nessun big ceduto. Le vittorie di prestigio contro Sassuolo ed Atalanta sembrano spiegare chiaramente chi sono gli uomini di Mazzarri. I granata puntano diretti a qualificarsi in Europa, senza dover attendere qualche illustre esclusione.

 

Udinese - Voto 6

Dare un voto al mercato dell'Udinese è sempre un bel problema, perché vende sempre, e molto spesso lo fa bene, ed acquista nella maggior parte dei casi semisconosciuti (vedi Becao) che talvolta diventano dei fenomeni. E' vero che il mercato di questa stagione ha visto nomi più conosciuti rispetto alle passate sessioni, e che la riconferma di De Paul è molto importante, ma servirà un grande lavoro da parte di Tudor e di tutti i suoi ragazzi per ottenere una salvezza senza grossi patemi.

 

Verona - Voto 5

Tanti acquisti ma nessuno che abbia fatto urlare i tifosi. Fra cessioni ed acquisti la prima impressione è che la squadra sia rimasta più o meno con la stessa forza della scorsa stagione, con la differenza che in questa dovrà lottare in serie a per restarci, con corazzate di livello europeo. La squadra allestita per mister Juric, non sembra all'altezza della serie A, però i 4 punti in queste prime due giornate, ottenuti contro due avversarie dirette fanno ben sperare.

Ritratto di NostradamusbeTeam

Aggiungi un commento