Sisal bonus di benvenuto
Eurobet bonus benvenuto
Snai bonus benvenuto
betfair bonus benvenuto
Bonucci infiamma un calciomercato sempre più fantasioso

Bonucci infiamma un calciomercato sempre più fantasioso

I titoli e i primi paragrafi in questa sessione di calciomercato se li prende sempre il Milan. O che si parli di Donnarumma o che si parli della sua massiccia campagna acquisti. Ma stavolta si guadagna il top degli articoli per via di una clamorosa indiscrezione. Il Milan starebbe pensando al difensore della Juventus, Leonardo Bonucci, per puntellare la squadra. Sembrava una fantasia, una delle tante di questo calciomercato atipico per accostamenti irreali e visioni quasi fantozziane (sic!). Ma col passare delle ore non sembra che quella di Bonucci sia solo una chiacchera. Il sondaggio il Milan lo sta facendo, facendo leva su un presunto malumore del difensore di Viterbo, a quanto pare ai ferri corti con Allegri. Lucci, agente di Bonucci, avrebbe detto che si starebbe lavorando in questa direzione. La sensazione è che nelle prossime ore la situazione possa avere rapidi epiloghi. Sistemato il caso Donnarumma, il Milan resta in standby per la situazione di Biglia, più spinosa del previsto, non dimenticando il sogno Aubameyang.

La Juventus invece si coccola Douglas Costa: 25 assist in due anni al Bayern. Non è un giocatore che accende le mie fantasie, ma è stato fortissimamente voluto da Allegri, in quanto alla Juventus mancava un giocatore che accendesse le partite, soprattutto a gara in corso. Staremo a vedere anche qui. Come vedremo come si risolverà la querelle Schick, in cui i zero comunicati bianconeri fanno pensare che la Juventus non voglia più spendere 30 mln per il ceco. Magari risparmiando qualche milioncino si potrebbe dare il via libera per Bernardeschi, senza dimenticare quanto sia essenziale tappare le falle che ci sono in difesa a destra e a centrocampo.

Spalletti sembra invece aver conquistato il popolo nerazzurro con il suo prorompente carisma: caratteristica fondamentale in un ambiente tribolato come quello dell'Inter. Sorrisi a 32 dnti per Skriniar e Borja Valero, ma suppongo che i tifosi si aspettino anche altro. Ausilio però, onestamente, ha gelato delle aspettative: "non posso trattare giocatori che hanno ingaggi doppi rispetto al mio miglior giocatore", riferendosi a Di Maria, ennesimo miraggio giornalistico. Più realistico puntare a Krychowiak e Pastore, magari offrendo in cambio Joao Mario, gradito ai parigini.

Il Napoli fa ingolosire i suoi tifosi con i 17 gol rifilati in amichevole. Mertens, Milik e Pavoletti sono in grande spolvero: come dissi in altri articoli, il Napoli è difficilmente migliorabile se dovrà mantenere questo livello. Puoi migliorare questa squadra solo se devi alzare il livello medio della squadra. ma da lì, pare, che De Laurentiis non ci senta. Nel frattempo Sarri riabbraccia il figliol prodigo Mario Rui. Si cerca, sottotraccia, comunque un portiere. Dopo i soliti Meret e Rui Patricio, spunta il nome di Claudio Bravo, dopo che il Manchester City ha acquistato Ederson dal Benfica.

La Roma un giorno si e l'altro pure si sente la giacchetta tirata per i suoi gioielli. Dopo aver perso Rudiger, Szczesny, Salah e Paredes, Monchi fa le barricate per Nainggolan. Il belga non vuole andare via, ma pretenderebbe un adeguamento di contratto dopo la stagione passata. Si stringe invece per Defrel del Sassuolo e Nastasic dello Shalke 04. La sensazione è che arriveranno entrambi. Più difficile Mahrez: il Leicester chiede oltre 30 mln.

Continua il mercato a fari spenti della Lazio di Inzaghi. Le situazioni di Biglia e Keita sembrano paralizzare tutto. Alla voce acquisti si registra solo ii belga Marusic. Si parla di Di Gennaro a centrocampo, ma in mezzo servono nomi di maggior spessore. Sondaggi per Baselli, ma per Cairo è incedibile. Più facile arrivare a Pasalic, che dopo l'ottima stagione al Milan, è tornato a casa, al Chelsea, che difficilmente lo terrà in rosa. Bisogna intervenire non troppo tardi: il segreto dello scorso anno della Lazio è stata la compattezza di un gruppo che si conosceva da tanto, partito in ritiro quasi con l'intera rosa finale. Non bisogna farsi irretire da alcuni comportamenti poco professionali dei propri giocatori.

A Firenze stessa situazione: nessun acquisto degno di nota, ma imballati dietro le cessioni e i mal di pancia dei propri big. Borja Valero, Ilicic e Gonzalo Rodriguez sono già andati via. Seguirà Bernardeschi che aspetta la Juve, quasi certamente lo stesso farà Kalinic. Povera viola. Situazione diversa a Bergamo: nonostante l'Atalanta abbia fatto delle cessioni importanti, sembra che i nerazzurri abbiano maggior chiarezza in fatto di calciomercato. Appena presi Ilicic e Orsolini (prestito biennale), ma soprattutto rinnovato, a cifre record, il contratto del Papu Gomez. L'argentino resterà. Il Torino invece il suo gioiello, Belotti, lo ha blindato, ma Cairo non percepisce dall'attaccante la stessa voglia di restare. Il calciomercato è lunghissimo. intanto si fanno passi avanti per portare Duvan Zapata al Torino. Piacciono anche Ragusa e Falcinelli. Mentre per il reparto arretrato oltre ad Acerbi, si sonda Vermaelen.

Si stanno muovendo moltissimo le genovesi. La Sampdoria ha preso il polacco Kownacki, dopo aver già integrato Murru, Caprari e Verre. Il Genoa, nel frattempo messo in vendita da Preziosi, ha chiuso per il ritorno di Bertolacci, che ritroverà anche i nuovi Spolli, Galabinov e Zukanovic. Anche a Cagliari si sta rivoluzionando la squadra: presi Andreolli Cigarini, mentre già è rientrato il portiere Cragno, Il Chievo Verona acquista Pucciarelli, mentre i cugini veronesi puntano ai grandi nomi con Cassano e Cerci.  Gli scaligeri hanno preso pure Hertaux e Alex Ferrari. Il Bologna cerca un difensore esperto per sistemare la retroguardia: si parla di Paletta, Burdisso, ma anche di Caldirola. Udinese e Sassuolo ancora non hanno tirato fuori le unghia per il fronte acquisti: i bianconeri inseguono Babacar e Falcinelli, mentre i neroverdi devono capire prima cosa fare con Berardi, Defrel e Acerbi.

Si stanno muovendo benissimo pure Spal e Benevento. I toscani hanno preso sinora Paloschi, Viviani, Gomis, RizzoOikonomou, Felipe e Mattiello. I campani stanno per chiudere per Cataldi e Letizia. Il Crotone invece ha già ufficializzato Kragl, Faraoni e una vecchia conoscenza: Ante Budimir, il bomber che fu artefice della salita in A dei pitagorici.

Si muovono anche le big estere. E' stata la settimana di Romelu Lukaku al Manchester United e James Rodriguez al Bayern Monaco. Giocatori che non reputo dei big, ma di cui ne riconosco la funzionalità per le squadre che li hanno acquistati. Non capisco, neanche sotto sforzo, Il veleno delle parole di Dani Alves, che non perde occasione di punzecchiare la sua ex squadra, la Juventus. Non sappiamo bene cosa sia successo, ma qualcosa si è rotto. E ci sta. Mi stupisco che a fare certe morali sia però uno che aveva dato la parola a Guardiola, di raggiungerlo al City, per poi andare al PSG. Club che sarà anche ricco, ma in termini di organizzazione e risultati non è certo il primo esempio europeo da seguire. Il Real Madrid ha ufficializzato Theo Hernandez e sta per chiudere per Ceballos, mentre il Barcellona sta per arrivare a Bellerin, ma per Verratti bisognerà invece aspettare. Conte invece non è per nulla contento del mercato del suo Chelsea. Non ha digerito il mancato acquisto di Lukaku, e se Bonucci andrà via dalla Juve e non per venire al Chelsea, potrebbe davvero dar via di testa. Al Chelsea secondo me arriverà uno tra Morata, Aubameyang e Belotti. Ma serve assolutamente un difensore centrale. 

Prosegue l'avventura di Claudio Ranieri al Nantes che si sta attorniando di vecchie conoscenze italiane: il preparatore dei portieri darà l'ex Inter Orlandoni. Ma la notizia che farà sorridere i tifosi interisti sarà l'ingaggio del Nantes di Oan Djorkaeff, figlio dell'indimenticato Youri.

Ritratto di andreatorrisi.at

...

Aggiungi un commento