betfair bonus benvenuto
Eurobet bonus benvenuto
Sisal bonus di benvenuto
Snai bonus benvenuto
Arrivano i (veri) colpi di calciomercato

Arrivano i (veri) colpi di calciomercato

Se è vero che ci eravamo stupiti per i primi colpi di questo calciomercato, tutto sembra lasciar intendere come ancora non abbiam visto i veri colpi. E' vero che finora il Milan di Fassone, nel bene (con i numerosi acquisti) e nel male (vedi querelle Donnarumma) ha monopolizzato l'attenzione e ridato una vervè quasi svanita al calciomercato milanista e a quello italiano più in generale. Ma nonostante i vari Kessie, Silva, Calhanoglu, i vertici rossoneri hanno detto esplicitamente che non è finita qui la campagna di rafforzamento: devono solo capire se spendere una grossa cifra per due buoni giocatori o per un top player. Vista la mole di giocatori già acquistata, i tifosi hanno il dovere di sognare il grande nome. Tutti gli indizi portano a Aubameyang, in uscita del Borussia Dortmund. Eppure io credo che il Milan ha bisogno di rafforzare la parte nevralgica del campo: serve un cervello. Se non è Biglia, bisogna prendere qualcuno di simile, che abbini esperienza a visione del gioco.

Anche Andrea Agnelli ha appena dichiarato che la Juve acquisterà dei top player. bisognerebbe capire cosa s'intende con questa dicitura. Matuidi, N'Zonzi e Douglas Costa non lo sono. A parte forse per il primo, non riesco a trovare il senso di spendere cifre scroscianti per giocatori che non spiccano poi così tanto. Spendere invece cifre alte per Bernardeschi ha ben più senso: il talento di Carrara ha i connotati per realizzarsi a Torino. La sensazione è che ci sarà un tira e molla sul prezzo, visto che la Vecchia Signora farà leva sulla volontà del giocatore e sul momento di sbando della Fiorentina. Ancora nessuna ufficialità sulle fasce: ai soliti De Sciglio e Danilo, si sono uniti i nomi di Aurier e Sidibè. Rumors dicono che quest'ultimo fa parte di una maxi operazione che la Juve sta imbastendo in gran segreto per portare a Torino il terzino e Mbappè. Ho seri dubbi che la Juve spenderebbe tutti quei soldi (oltre 100 mln), ma il silenzio in questo mercato da parte dei bianconeri fa pensare. Non commento neanche la voce su Bale: giocatore sicuramente apprezzato da Marotta, ma fuori orbita. Credo che abbiano tirato in mezzo il suo nome per depistare stampa e concorrenti.

Neanche De Laurentiis e Spalletti non hanno voluto mancare l'appello: anche loro hanno assicurato alla stampa che non staranno a guardare. Finora sono arrivati solo Ounas e Skriniar. Punto molto sugli azzurri: secondo me loro saranno l'anti-Juve, e forse qualcosa in più. Sarà utile capire che ruolo ricoprirebbe questo grande colpo. A mio avviso ne servono due, in difesa e in mezzo. E anche qui servono giocatori esperti, anche non giovanissimi, ma cattivi quando il gioco non sarà più morbido. Servono giocatori smaliziati anche all'Inter, perché se una caratteristica è mancata ai nerazzurri lo scorso anno, quella è di certo la fame calcistica. Zhang tuttavia lascia intendere che all'Inter arriveranno giocatori davvero importanti: finora ci si accontenta dell'ufficialità di Borja Valero

Malumore continua a persistere in riva al Tevere: l'immobilismo di Roma e Lazio preoccupa le tifoserie. Timore accresciuto dalle cessioni che si stanno susseguendo una dietro l’altra. La Roma ha salutato Salah, Rudiger e Paredes, mentre la Lazio fa a “pugni” con Biglia e Keita per farli restare. Evidentemente una Europa League conquistata in modo splendido non convince i giocatori su una loro permanenza. Credo che entrambe le romane debbano  rinforzarsi, soprattutto la Roma. Monchi continua a dire che non avrebbe mai lasciato casa sua, Siviglia, per non vincere. Di certo non manca il carisma allo spagnolo, ma al tifoso romano devi dare i fatti. E anche la verità puo' essere un fatto: se c'è un ridimensionamento da fare bisogna avere la faccia di dirlo, e di non scoprirlo domenica dopo domenica.

La verità che invece i Della Valle hanno annunciato ai fiorentini, con la loro volontà di cedere la società. Gli addii di Bernardeschi, Kalinic e Borja Valero sono sintomatici. Dovrà essere bravo Pioli, ma anche Corvino, a ricostruire entusiasmo al Franchi. Servono giocatori che credono nel progetto viola, anche provenienti da squadre meno blasonate, ma con un avvenire importante davanti, come Simeone. Non si registrano altre voci in entrata: la dirigenza viola è ben concentrata sulle cessioni.

Ilicic passa all’Atalanta, facendo infuriare la Sampdoria che gli offriva di più. I doriani tenteranno Sneijder e sognano Vietto. Io credo che qualcuno di importante arriverà lì davanti, oltre a Falcinelli. Alla Spal arrivano Oikonomu, Viviani e Paloschi, Verde va al Verona. Il Cagliari prende Andreolli e dice no a Cassano, mentre il Benevento, che conferma Puscas, tenta il duo del Sassuolo Iemmello e Ragusa, ma i neroverdi sono già coinvolti nelle cessioni probabili di Berardi e Defrel. Andrà di certo via Acerbi: si parla del Torino. Quel Torino che promuoverà molto probabilmente Belotti a capitano: segnale?

Chiosa finale sul mercato d’oltreconfine. L’acquisto di Romelu Lukaku del Manchester United ha attirato tutti i riflettori. Mourinho punta al titolo, dichiaratamente. E per questo vuole anche Perisic dall’Inter. Nel frattempo l’Arsenal arriva Lacazette, che sostituirà il partente Sanchez, in bilico tra City e Bayern. Verratti intanto continua a rifiutare il rinnovo del PSG, vuole solo il Barcellona. Il silenzio dei blaugrana in questa sessione è normale invece: tutte le energie erano rivolte al rinnovo di Messi. Arriva in Spagna, a Valencia, l’ex Juventus Neto.  Dove va invece Ibrahimovic non si sa, ma scommettiamo che sul taccuino di Raiola ci saranno almeno una ventina di squadre. E i campioni d’Europa? Il Real pressa per Ceballos, ma passerà i prossimi giorni a fare la conta in attacco. Ci stanno tante voci su Bale, l’addio possibilissimo di Morata (Chelsea), nell’attesa di capire quando sua maestà Cristiano Ronaldo sia pronto per parlare della sua situazione. Da lì, da quell’incontro, potrebbe partire un calciomercato ancora più incredibile.

Ritratto di andreatorrisi.at

...

Commenti

Ritratto di mino
New

Finora solo poche certezze: il milan vuole tornare ad essere una squadra di calcio, la juve di aver finito il ciclo e di non aspirare più a nulla. Roma e fiorentina due supermercati stile hard discount. Il napoli l unica con un progetto valido.

Aggiungi un commento