Snai bonus benvenuto
Eurobet bonus benvenuto
betfair bonus benvenuto
Sisal bonus di benvenuto
Tutto appeso ad un filo...

Tutto appeso ad un filo...

Lo dico ormai da diverso tempo, ma questo campionato di Serie A si dimostra tra i più combattuti degli ultimi anni. Sia per quanto riguarda lo Scudetto, sia per quanto riguarda le zone europee, sia per ciò che concerne la zona salvezza. La 36° giornata ci ha consegnato solo un verdetto ufficiale: il Verona va in B, e fa compagnia al Benevento, anch'egli retrocesso. Le due discese di Verona e Benevento sono, ad oggi, gli unici verdetti.

È vero, inutile nascondere come anche lo scudetto abbia un vincitore: al 99,99% la Juventus vincerà il suo 7° scudetto di fila (solo il Lione, in Ligue 1 ha fatto lo stesso, tra i primi maggiori campionati europei). Il Napoli per vincere dovrà vincere entrambe le gare, a Genova con la Sampdoria e con il Crotone in casa. Siccome gli scontri diretti son finiti in parità (entrambe, Juventus e Napoli, hanno vinto uno scontro per 0-1) ci si avvarrà della differenza rete, che ad oggi premia la Juventus con un sonoro +16. Quindi non solo il Napoli dovrà vincerle e la Juventus perderle, ma dovremmo anche vedere punteggi roboante, del tipo Juventus – Verona 0-4. Un pochino difficile immaginarlo, anche per chi l’imprevedibilità del calcio.

Decisamente più spettacolare la volata Champions, con Roma 73, Lazio 71 e Inter 69. La Roma ha un piede e mezzo in Champions, nonostante debba affrontare la Juve all’Olimpico e poi chiudere a Sassuolo. Ma sarà lo scontro della 38° giornata, Lazio-Inter, a rendere più sereno il raggiungimento dell’obiettivo per Di Francesco. Gli uomini di Inzaghi avranno prima una gara tosta a Crotone, a differenza di un Inter che ospiterà l’ormai salvo Sassuolo. Di certo la squadra che finirà 5°, se continua a giocare così, ha tutto in regola per portare a casa l’Europa League, ammesso che non la si snobba come negli ultimi 20 anni abbiamo visto.

Oltre ad una tra Roma, Lazio e Inter, avremo in Europa League quasi certamente il Milan, a quota 60, tallonata da un’Atalanta, a 59 punti, che oramai non sorprende più. Più staccata, 8°, a 57 punti, la Fiorentina, che ha ancora il dovere di crederci, vista la finale di Coppa Italia tra Juventus e Milan. Se vince la Juventus la 5° e 6° andranno direttamente ai gironi, mentre la 7° farà i preliminari. Se dovesse vincere il Milan, i rossoneri andrebbero in Europa League direttamente ai gironi, insieme alla 5°. La 7°, anche se dovesse arrivare 6°, farà i preliminari. Contorto eh? E ancora non avete visto i calendari. Il Milan giocherà proprio contro Atalanta e Fiorentina, la prima in trasferta, la seconda in casa. Ancora più beffardo se si pensa che Fiorentina e Atalanta nel restante turno affronteranno, entrambi, il Cagliari.

Già, proprio i sardi sono quelli che rischiano maggiormente la B. Ad oggi sono già terzultimi, ad un punto dalla deludente Udinese. Il calendario, come detto, non si pone in modo favorevole agli isolani, come il Crotone che avrà Lazio e Napoli. I friulani invece hanno gare più morbide, con Verona e Bologna, come il Chievo che affronteranno proprio i bolognesi oltre al Benevento. Lotta anche la SPAL che con Torino e Sampdoria avrà due gare ostiche.

Se avete finito l’articolo senza mal di testa: complimenti. Non è facile capire come sia intricato questo finale di Serie A, campionato bistrattato da tutti, ma che però ci tiene incollati alla tv malgrado le prime domeniche di caldo estivo.

Ritratto di andreatorrisi.at

...

Aggiungi un commento