Snai bonus benvenuto
Sisal bonus di benvenuto
betfair bonus benvenuto
Eurobet bonus benvenuto
In memoria di Davide Astori: via la 13 di FIorentina e Cagliari

In memoria di Davide Astori: via la 13 di Fiorentina e Cagliari

Sono passati poco più di due giorni e ancora non sembra esser vero: Davide Astori non c'è più. Il capitano della Fiorentina, come tutti sapete, è stato trovato senza vita all'interno della stanza d'albergo di Udine, alla vigilia di Udinese - Fiorentina. Davide, a 31 anni, lascia moglie e figlioletta. Questo avvenimento ha lasciato parecchio pietrificati e appresa (ma mai metabolizzata) la notizia, il mondo del calcio inizia a reagire.

Si parte dalla lettera strappalacrime di Riccardo Saponara, all'incredulità degli ex viola Tomovic e Borja Valero. Le lacrime di Perin sono le uniche che si vedranno poichè la notizia è arrivata prima che domenica si giocasse. Sacrosanto lo stop: inutile cercare di vincere il premio "Cinico dell'anno": in campo non vanno mai i robot. Se siete di pareri contrari vi consiglio il programma non fortunato, che andava su italia 1, Robot Wars.

Parecchi giocatori hanno voluto omaggiare Davide Astori, non un campionissimo dentro il campo, ma di certo lo era fuori dal campo. Da qui si deducono le parole al miele di Gianluigi Buffon, compagno di Nazionale o l'incredulità di Totti, ex compagno per una stagione in giallorosso. Da Icardi a Dybala, passando per tutte le società di A: infiniti i messaggi di cordoglio. Cordoglio che ha varcato anche i confini nazionali, con i minuti di silenzio in Spagna o il lutto al braccio di tutto il Chelsea, allenato da Antonio Conte, il quale convocava spesso in azzurro Davide Astori. Ma anche in queste gare di Champions League, con il ritorno degli ottavi di finale, si osserverà un minuto di silenzio per ricordare l'ex Cagliari, che in Champions League aveva esordito con la Roma.

La reazione più bella arriva da Cagliari e Fiorentina, i due team che hanno caratterizzato maggiormente la carriera di Davide Astori: verrà ritirata la maglia numero 13, numero affezionato del difensore bergamasco, il quale vedeva in Alessandro Nesta, storico numero 13 del calcio italiano, un punto di riferimento assoluto. Inoltre si vocifera, ma è bene rimanere cauti qui, che la Fiorentina adotterà una misura economica particolare per rimanere vicina alla famiglia del calciatore che dovrà assimilare qualcosa che non va via manco passassero cent'anni. C'è anche la volontà chiara di intitolare qualcosa alla memoria dello sfortunato capitano della Viola, o il nuovo stadio o una qualche struttura di Coverciano.

Davide Astori, che era anche sostenitore di Save the Children, non era un ragazzo che passava in secondo piano, nonostante non si rendesse protagonista alcuna stravaganza per farsi notare. Ecco perchè il calcio fatica a digerire la perdita di un ragazzo d'oro come era lui. 

CIao Davide dallo staff di Nostradamusbet. Grazie di tutto.

Ritratto di andreatorrisi.at

...

Aggiungi un commento